Archivi categoria: super vicky

Donna-robot per un giorno e gli acciacchi della giovinezza – Parte II

Io-oggi-sono-donna-robot. 
Devo essere stata rapita da uomini in camice bianco con occhialoni dalla montatura pesante, ovviamente nera, che hanno dotato il mio corpo di apparecchiature robotiche ad alta tecnologia bionica. Poi mi hanno sparaflashato come in men in black, così non ricordo affatto come sia successo, ma sono sicura che sia andata  e s a t t a m e n t e  così. 
Perchè io-oggi-sono-donna-robot. Sì. Ma non ho capito perchè tutto il baracchino supersonico, che secondo una mia rapida stima vale almeno trecentomilabilioni di dollari, da cui partono i fili da circuito turboelettricosupermagnetico, me l’hanno messo in un marsupio appeso a una cintura elastica improponibile che mi penzola sul fondoschiena che sembra una coda, invece di  incorporarmelo nella schiena come a Super Vicky. Voglio dire, uomo con l’occhialone, se vuoi che la mia missione si mantenga top-secret, me lo dovevi nascondere, dovevi farmi passare i fili da dentro, non so, attraverso le vene, invece così si vedono creando per lo meno 2 gravissimi problemi:
1- Lo devo nascondere sotto un mega maglione oversize che mi fa irrimediabilmente sembrare più grassa
2- Odio i marsupi! Santo cielo! Non ho nemmeno il pile multicolor taglio fine anni ’80 da abbinargli, è un disastro! Una catastrofe!

Adesso è meglio che mi calmi che se mi innervosisco ancora un po’ qui rischio un cortocircuito.

Comunque da quando mi hanno montato questo apparecchio mi sento di poterlo dire, a Vicky, che è una pippa. Perchè a differenza sua che non faceva altro che sbrigare i mestieri di casa, io sento di poter esercitare i miei super poteri ad esempio con il teletrasporto, oppure potrei benissimo far smettere di piovere regalando alla popolazione -che poi si sottometterebbe sicuramente alla mia potenza regalandomi scarpe e borse d’alta moda- un’intera settimana di sole, ma io non lo faccio perchè se uscisse il sole dovrei togliere il maglione extralarge e allora i media scoprirebbero tutto e mi starebbero addosso, cercando di smascherare la mia missione bionica, che per altro non ricordo, perchè mi hanno sparaflashato, appunto.
Oltretutto ho la strana sensazione che mio marito non apprezzi il mio nuovo look robotico, dal momento che mi sembra di avergli sentito dire una specie di stanotte mi sa che dormo sul divano accompagnata da una palese omissione di abbraccio e bacio dal ritorno dal lavoro. Mica prendi la scossa, credo.

Allora siccome anche noi donne-robot abbiamo bisogno di affetto, se riesco a superare la notte senza essere rapita dagli alieni, ho deciso che domani cercherò di stabilire un contatto con gli uomini in camice bianco, e li convincerò a farmi tornare una semplice umile donna in molta carne e abbastanza ossa. 
Eventualmente mi dicano loro, se la mia missione potrà proseguire con la semplice assunzione di quei betacosi, quei turbo betabloccanti. 
O anche no. Che è meglio.

Dai su, uomini occhialuti col camice bianco, vi sembra un lavoro fatto bene?