Archivi categoria: cibo

Oggi faccio la FUUUD BLOGGHER!

Vediamo, cosa vi serve: un frigo, una dispensa, un paio di antine e qualche cassetto.

Bene.

Aprite il frigo, cosa vedete? Fettine di pollo? Perfetto. Aprite il cassetto delle pentole e prendete la griglia. Fatevi venire in mente che marito è stufo di  pollo ai ferri. Riaprite il cassetto e prendete una padella. Ok, se non è ai ferri, sarà a scaloppina. Fatevi venire in mente che marito è stufo di scaloppina.

Dannazione.

Riaprite il frigo. Cosa sta per andare a male? 4 zucchine, bene, e 7 pomodori (termine specifico: quelli stretti e lunghi). Tanta roba. Tagliate le zucchine a rondelle sottili e i pomodori a cubetti, facile facile.

Siccome avevate già aperto la farina per fare le scaloppine, tagliate il pollo a pezzetti e infarinateli, intanto scaldate la padella e scaldate un po’ di olio. No quello era vino bianco. Buttatelo in lavandino, mettete l’olio. Ora con molta attenzione mettete in padella il pollo lo fate rosolare un po’, poi irroratelo finalmente di vino bianco (sperate di non aver aperto la bottiglia da collezione di marito da 70 euro).

Ora, al mio tre buttate in padella tutto quello che avete tagliuzzato, zucchine e pomodori. uno-due-tre. Uh, foglioline di basilico, che fanno estate. Poi, aprite il cassettino delle spezie, cosa vedete? Sale? ah già, il sale. Poi, sì pepe, vai, menta secca, mmh, va bene, peperoncino? copre i sapori, perfetto, timo? mmh, massì butta dentro.  Insaporite il tutto. Ah, e QB, assolutamente.

Assaggiate. Bene. Anche se vi eravate ripromessi di non usarlo, aprite l’antina e prendete mezzo cubetto di dado di carne. Buttate, mescolate. Assaggiate.

Aprite l’altra antina, prendete i pomodorini secchi, i capperi, le olive taggiasche. Questa è la vostra ultima chance. Buttate dentro. Una giratina. Bene. Quando la roba sta per attaccarsi al fondo della padella, vuol dire che è pronto.

Fate una foto, pubblicatela su Instagram.

Impiattate.

Com’è???

whatisit

ma soprattutto, che è?