Cose che non ho mai capito – e probabilmente non capirò mai

E’ da molto che volevo scrivere questo post ma non ne avevo il coraggio, perchè se si ammette di non capire delle cose, magari si fa la figura di essere, come si dice dalle mie parti, un po’ tòcche. Ma d’altra parte chi legge questo blog da un po’ ormai l’avrà anche capito che non si trova di fronte ad un genio dell’umano, tantomeno ad un astrofisico-ingegner-biomedico-nucleare del terzo tipo. (se sei qui per la prima volta, hei ciao non è come sembra dicevo per dire sai)
L’unica che non l’aveva mai capito era la mia professoressa di storia al biennio del liceo, che prima di interrogarmi cercava sempre gentilmente di mettermi a mio agio dicendomi (con il suo inconfondibile difetto di pronuncia): “Gandolfi, o Fei Fstupida o non Ftudi, Ftupida non Fei, quindi non Ftudi”. Invece io glielo volevo dire che studiavo! (ah si, che riposi in pace)

E va beh, ognuno ha i suoi limiti, pensare che c’è pure gente magra-da-far-schifo al mondo, cosa sarà mai una leggera limitatezza intellettuale.

Perciò, tornando all’argomento di cui devo assolutamente esorcizzare il complesso crescente in me, ecco le cose che non ho mai capito, e che, probabilmente, non capirò mai (se qualcuno volesse spiegarmele, verrà ringraziato con un preziosissimo scettro della gratitudine invisibile)

l’eccezione che conferma la regola: Il mio prof. di latino ne era fissato. cioè, c’è una regola, ma poi ci sono le eccezioni, ok, se ti piace così va bene, inventati una nuova regola per le eccezioni, ma in che modo mi confermi la regola? come???

la corrente elettrica: per me può essere tranquillamente un fenomeno catalogabile alla voce magia

si dice tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino o tanto va la gatta al largo che ci lascia lo zampino? per me valgono entrambe. insomma, alcuni gatti nuotano.

che verso fa la giraffa? Pepo lo vorrebbe tanto sapere

come puoi spiegarmi se una macchina va veloce in base ai cavalli? cioè, è la velocità di un cavallo moltiplicata per 50 che fa 50 cavalli? o sono 50 cavalli che vanno tutti insieme e si incitano a vicenda tipo “vai amico cavallo vai!” ? ma poi 50 cavalli sono tanti o pochi?
(avrei anche una domanda sulla cilindrata ma lascio perdere, ho solo capito che è una roba tutta maschia. credo.)

ma se gargamella era un uomo, perchè aveva il nome da femmina e la voce da strega? e chi sono i genitori di baby puffo?

I denti del giudizio erano proprio necessari? e i peli superflui? e quali sono i peli non superflui scusa?

perchè esiste “piazza Gramsci” e non “piazza Il primo che ha montato le chiare d’uovo a neve”?

perchè nei libri di storia non inseriscono qualche storia d’amore così da rendere la materia più avvincente e memorizzabile?

come è possibile che ci sia ancora gente che vive a Seattle con tutte le tragedie che  succedono? (domanda riservata agli appassionatidi Grey’s Anatomy)

ma, oggettivamente, che io abbia studiato i circuiti in fisica vuol dire che prima o poi avrei dovuto sapere di cosa si trattava realmente? (ftupida ftupida!)

e se un giorno i muscoli involontari di tutto il mondo scioperassero perchè gli manca il diritto di scelta? tipo il neurone è mio e lo gestisco io?

cos’è, dov’è,  realmente, iCloud? è lecito mostrare un ostile diffidenza nei suoi confronti? e time machine? (domanda riservata agli appassionati macintosh e non a chi c’ha tutto della apple solo per la sua non-trascurabile-supremazia-estetica)

è vero che gli ingegneri sono stati inventati per gli architetti che hanno sostenuto gli esami di statica e scienza delle costruzioni in erasmus ma in realtà era un corso su come costruire una torre con le cannucce del bar e gli elastici? (riservato alla mia amica mariuccia – give me five)

è vero che adesso tu che leggi vuoi essere mio cliente?
(in tal caso chiamami a settembre che io martedì me ne vado al mare e non ho mica tempo per te.ciao!)

puntodomanda

ah no questa è l’ultima: anche tu come me quando vedi un punto di domanda pensi ad un orecchio con l’orecchino e ti viene voglia di shopping di accessori?

 

 

Annunci

3 pensieri su “Cose che non ho mai capito – e probabilmente non capirò mai

  1. veronicadusi

    Una giraffa non fa versi … Sussurra, probabilmente con le stelle vista la sua altezza .E’ per questo che sarà la mia nuova ossessione fashion😉
    Le storie d’amore te le racconto io se vuoi prendo idee da beautiful!
    Per l’ultimo punto ahahaha fantastica!

    Ps non sei ftupida fei fuper😊 !

    Mi piace

    Rispondi
  2. missferreol

    Purtroppo ho una risposta ad una sola delle tue perplessitudini..
    la gente vive a Seattle per il fascino del dottor sheperd, gli occhi brillanti del dottor avery, il carattere un po’ rude del dottor karev e quello dolce del dottor hunt!
    Ti basta o devo anche nominare il dottor Sloane?

    Mi piace

    Rispondi

COMMENTA

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...