PEDONI

Da quando ho sfregiato la macchina non sono più la stessa.
Sono insicura, vedo cose che si muovono all’improvviso, pali della luce che si piegano sul mio cofano, semafori che emettono luci psichedeliche, strisce pedonali che si uniscono. Aspetto all’infinito prima di svoltare a sinistra, per essere sicura di passare indenne, me la prendo larghissima per svoltare a destra, ottenendo quello sgradevole effetto per chi mi sta dietro della “gira-a-sinistra-no-invece-gira-a-destra”. Insomma, un disastro. Credo che prima o poi mi dimetterò dalla pratica dell’automobilismo compulsivo, anzi ne sono sicura: non voglio più essere un’entità schizzata che sale e scende da un veicolo (ammaccato) pieno di seggiolini, passeggini, briciole, carte di caramelle, carte di merendine, biglietti del parcheggio scaduti, fazzoletti usati, cd senza custodia, tappetini polverosi, ombrelli, tendine parasole, ventose dispari di tendine parasole, berretti, guanti spaiati, penne senza tappino, macchinine, pezzi di macchinine, rametti raccolti al parco…Una discarica insomma. Non voglio più essere tutto questo. Voglio diventare un pedone. Un vero pedone professionista. Devo solo scegliere quale modello tra questi:

1. La Russa col Sacchetto: età compresa tra i 50 e i 60 anni. Costretta a liberare il suo alloggio a seconda dei turni prestabiliti con le coinquiline, si raduna in punti ben precisi della città con le sue connazionali e i loro sacchetti pieni di effetti personali. Voglio pensare che insieme stiano organizzando party clandestini di russe col sacchetto nelle case degli anziani che assistono, dopo averli addormentati a suon di bicchierini di vodka.

2. Lo scolaro del ginnasio: età compresa tra i 14 e i 16 anni. Piegato a 50 gradi sotto il peso dello zaino seven verde e blu contenente il dizionario di latino, il dizionario di greco, la sacca da ginnastica, l’astuccio degli occhiali, l’astuccio delle penne, il libro di matematica, il quaderno di matematica, il libro di storia, l’antologia italiana, il portafogli, gli scacchi tascabili, la banana schiacciata sul fondo. Cammina tutto sudato con le stringhe slacciate a passo spedito per non perdere il pullman non prima di essere passato in panetteria per una focaccina veloce.

3. La Svampi: età compresa tra i 27 e i 38 anni, indossa un piumino corto sciancratissimo con un collo di pelo di volpe tinto di lilla che ancora respira, 5 braccialetti per polso con ciondoli tintinnanti (immancabile il Return to Tiffany a cuore), un paio di leggins similpelle calzedonia e un paio di ankle boots tacco 12 e plateau abbinati ad una borsa di  liu jo. Cammina sicura di se con andamento sculettante specchiandosi in  ogni vetrina compiaciuta. Al primo dislivello del marciapiede prende una distorsione memorabile ma procede come se nulla fosse.

4. L’Attraversatore Dislessico: età compresa tra i 45 e i 68 anni.  farlo è  non dove andare non  lui che  è sappia però  bene capisce deve in Non che che ordine (non è che lui non sappia dove deve andare è che non capisce in che ordine farlo)

5. Adelina e Guendalina: età compresa tra i 60 e i 70 anni, donne belle rubiconde. Camminano sempre in coppia, a braccetto, in mezzo alla strada, discutendo di argomenti urgenti ed inderogabili per cui ci si separa solo se arriva una macchina e si prosegue la discussione urlando dai due marciapiedi opposti.

6. Il Pitagorico: maschio, età compresa tra i 50 e i 70 anni. Assimilato il teorema per il quale in un triangolo l’ipotenusa è sempre inferiore alla somma dei cateti, attraversa la strada in diagonale in barba alla pazienza dell’automobilista fermo in attesa del raggiungimento del suo traguardo. Ne ho visto uno in corso Sempione a Milano partire dal lato destro dell’arco della pace per arrivare al sinistro di viale certosa.

7. La Mamma Appendiabiti: età compresa tra i 33 e i 43 anni. Va a ritirare i suoi tre figli alle scuole elementari, che le dicono “ciao mamma” e poi le appendono uno zaino al braccio destro, uno al sinistro e il terzo al collo. Lei la sua borsa la tiene col mignolo e dentro se si ripete “l’anno prossimo compro il trolley”

8. Il Social: è il tuo vicino di casa, o un vecchio compagno di scuola. Appena ti intercetta attraversa la strada, se non può estrae repentinamente il suo smart phone fingendo di aver ricevuto una mail importantissima, o una richiesta di amicizia su facebook, o una whatsappata stradivertente. Tutto pur di non salutarti.

9. Il tipo losco: età dai 35 ai 50 anni. Uomo. Indossa un giubbino nero e un berretto a costine grigio, jeans slavati e scarpe improponibilmente slave. Potrebbe essere un miliardario russo che vuole comprarmi casa al doppio del suo valore, o un tipo con gusti russi della banda dei rolex. Anche se non hai l’orologio nel dubbio cambia strada.

10. Il Sirenetto: età compresa tra i 14 e i 18 anni. Maschio. Ascolta musica da enormi cuffie bianche imbottitissime, indossa un piumino col cappuccio, un paio di slip di intimissimi col fiocco sul pacco (o di Donce & Garbana) e i jeans a partire dal sotto gluteo in giù. Cammina come potrebbe camminare la sirenetta sulla sua pinna cercando di tenere le mani in tasca, per questo è un po’ gobbo.

11. La mammifera: età compresa tra i 27 e i 39 anni. Spinge un passeggino con attaccati uno o più altri figli. Quando incrocia una sua simile su un marciapiede stretto stabilisce fulminea chi secondo la legge delle mammifere ha diritto di passo; i criteri sono età-numero-stazza-modello di passeggino. Quattro anni dopo si trasformerà automaticamente nel pedone al punto 7.

12. La You Looser: età compresa tra i 25 e i 38 anni. Quando cammina è sempre al telefono perchè tutti la chiamano che se le cose non le fa lei non le fa nessuno. Parla di set, producer, project manager, roba cool, suenwing, arwing, sbrensbring, branding, e alza il volume della voce quando ti passa di fianco perchè tu sappia che lei ha un lavoro fichissimo e tu no.

13. Il You Looser: è la versione maschile della you looser. Quando cammina è sempre al telefono con il gomito su bello alto. Parla di 325mila euro, 560mila euro, 10 per cento di 845mila euro, 120mila euro, e alza il volume della voce quando ti passa di fianco perchè tu sappia che lui ha a che fare con grosse somme di denaro e tu no.

14. L’Asciugatrice: età compresa tra i 75 e i 90 anni. Deambula solitaria con passo molto lento e instabile. E’ felice di incontrarti sulla via perchè ha una voglia matta di raccontarti dei suoi nipotini quando erano piccoli così che erano bravi mica come adesso ma ora sono grandi pensi che uno va già all’università e al giorno d’oggi è tutto brutto e blaaa blaaa blaaa

15. La bionda scema col jack russel: età 23 anni. Ma che ve lo dico a fare.

pedone

Annunci

6 pensieri su “PEDONI

COMMENTA

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...